Una Musica (Ricchi e poveri)

Puoi credermi io penso a te come a una musica pazza bizzarra dolce inutile avvolte trascinante avvolte non più e a tratti tu sembra che non suoni più Poi mentre sto di qui o di là poca importanza ha ti trovi in testa all'improvviso e poi nell' ombra di un concerto scritto mai che torna qui e tu mi assali cosi Tu sei una musica che di lei ho cantato già non ricordo più se eri come te perchè ma so ogni nota di te Puoi credermi avvolte ho anche pensato che tu eri andata persa ed eri ormai cambiata ma non riconoscerti più e invece tu ritorni sempre lo sai Tu sei una musica che di lei ho cantato già non ricordo più se eri come te perchè ma so ogni nota di te